MIGRICERCA. Un progetto pilota volto a rafforzare la capacità di ricerca riflessiva sulla migrazione e l’integrazione nella società italiana (2019- 2020).

IT. Progetto finanziato dal Dipartimento di Stato degli Stati Uniti d’America per l’assegnazione, tramite procedura competitiva, di una borsa di formazione presso FIERI a un giovane ricercatore di origine straniera.


EN. The project is funded by US Department of State and is aimed at assigning a grants to a young researcher (under 30) with migration background, through a competitive process, for a research internship at FIERI.


La borsa è stata vinta dalla giovane ricercatrice Yassin Dia che ha condotto una ricerca dal titolo “La salute mentale della popolazione migrante Wolof e Lébou tra transnazionalismo e mobilità”


Abstract:

La migrazione è spesso segnata da avvenimenti traumatizzanti ed esperienze dolorose, le cui conseguenze possono manifestarsi attraverso forme di fragilità e di sofferenza psichica anche in seguito al compimento della traiettoria migratoria e all’insediamento nel paese di destinazione. La ricerca, svolta nell’ambito della borsa MIGRICERCA promossa da FIERI, esplora la gestione del disturbo mentale in contesto di migrazione presso la popolazione senegalese Wolof e Lébou attraverso l’analisi dei codici interpretativi, delle strategie di cura e degli itinerari terapeutici adottati. Profonda attenzione è in particolare rivolta al ruolo che i legami transnazionali rivestono nella tutela della salute mentale e alle forme di mobilità che attraversano lo spazio transnazionale della cura. Congiuntamente, la ricerca esplora le modalità attraverso cui le istituzioni sanitarie pubbliche e le realtà associative impegnate nella tutela della salute mentale si relazionano ai complessi temi della cura transnazionale, della mobilità e del pluralismo medico.